Home > Musica, Games & Spettacolo > Libri > Recensioni: “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Peter Cameron

Recensioni: “Un giorno questo dolore ti sarà utile” di Peter Cameron

James è un ragazzo insicuro e solitario.  Ha diciotto anni e non sa cosa vuole fare delle sua vita.

Anzio, lo sa.

Lo sa, ma ciò che vuole non coincide con ciò che gli altri si aspettano da lui.

I suoi genitori vorrebbero che andasse all’università, lui invece vorrebbe andare via da New York, comprare una casa in un posto tranquillo come quello dove abita sua nonna Nanette (l’unica persona con cui riesce ad essere se stesso) e leggere.

 

Una trama semplice per un personaggio così complicato.

L’autore Peter Cameron non ha avuto bisogno di riempire le pagine con una trama fitta di eventi.

Succedevano già così tante cose nella testa di James…

Bastavano il sorriso di uno sconosciuto visto dal finestrino di un treno o una domanda della sua psicanalista a dare il via ad un groviglio di pensieri che James non ha mai saputo come esternare al mondo.

Come se nel suo cervello ci fosse “una specie di setaccio che impedisce un rapido (e tanto meno simultaneo) travaso dei pensieri in parole.”

I pensieri per lui sono fatti per restare tali.

Le persone si aspettano sempre che gli altri le dicano quanto le vogliono bene, come se solo espresso a parole quel bene diventasse reale.

Per James è il contrario: “i pensieri sono più veri quando vengono pensati, esprimerli li distorce o li diluisce, la cosa migliore è che restino nell’hangar buio della mente, nel suo clima controllato, perché l’aria e la luce possono alterarli come una pellicola esposta accidentalmente”.

Questa è solo una delle sue “teorie” sulla vita che alle persone che gli sono intorno sembrano semplicemente delle scuse per non viverla.

Un giorno questo dolore ti sarà utile è un libro eccezionale che riesce ad esprimere perfettamente la paura di vivere, il peso di sentirsi diversi, incapaci di sfondare il muro che separa se stessi dagli altri.

Leggerlo è come spiare tra le pagine di diario di un ragazzo introverso e scontroso, i cui pensieri che non si sono mai fatti suono, diventano ora di carta e inchiostro.

Miriam Santimone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*