Home > Eboli & dintorni > Open Day, Istituto Santa Cecilia: “Multiculturalità per far crescere il territorio”

Open Day, Istituto Santa Cecilia: “Multiculturalità per far crescere il territorio”

Multiculturalità, crescita e continuità nelle idee e nei progetti. Questi sono i principi su cui si fonda l’Open Day dell’Istituto Comprensivo “Virgilio” di Santa Cecilia, che si svolgerà venerdì 27 gennaio dalle ore 16.30 alle ore 19.00 presso tutte le sedi dell’istituto. Genitori ed alunni avranno modo di conoscere l’offerta formativa della scuola, i suoi contenuti, gli obiettivi formativi e i molteplici servizi a supporto degli studenti. Questo importante evento, non solo per la scuola ma anche per la comunità di Santa Cecilia potrebbe essere il primo passo verso una nuova visione dell’area, da sempre etichettata come una sorta di ‘Eboli di serie B’, e questo è uno degli obiettivi fondamentali che si pone il nuovo dirigente scolastico, la prof.ssa Gabriella Ugatti:

WhatsApp Image 2017-01-25 at 12.58.17

“Questo è il mio primo anno a S. Cecilia e credo che questa scuola possa essere un esempio per gli altri istituti; vivendo nella multiculturalità e accogliendo tutti i ragazzi del territorio, la scuola li aiuterà  a crescere ed acquisire le competenze giuste per prepararli al meglio per affrontare un istituto d’istruzione superiore. Voglio restare qui e dare continuità a questi progetti  perché solo così possiamo pianificare la futura crescita della scuola.”

Sulla multiculturalità, tipica della zona: “Non bisogna guardare all’apparenza e ai pregiudizi su persone straniere che vivono nelle nostre stesse strade e frequentano i nostri stessi posti. I figli di questi immigrati sono italiani a tutti gli effetti, come noi, anche se di seconda generazione”

Sul progetto regionale multicultura/e:La scuola può e deve essere il mezzo per riabilitare i ragazzi, spesso invito le persone della zona a portare ragazzi che vivono per strada nella nostra scuola, in modo da inserirli e recuperarli tramite questi progetto, che ricordo accoglie ragazzi fino ai 25 anni”

“Sto cercando di conoscere tutti per avere la massima collaborazione, perchè voglio che i ragazzi vedano nella scuola e nelle persone che la impersonificano un porto sicuro e che non si sentano etichettati come ‘stranieri’, perchè non lo so sono a tutti gli effetti”

E infine ci racconta un aneddoto che fa capire molto sul modo di agire della dirigente: “Nel periodo prima della vacanze di Natale, mi comunicarono che una bambina (italiana di seconda generazione) dopo le festività non sarebbe più venuta a scuola. Convocai il padre che mi raccontò di non avere soldi per l’istruzione della figlia, così decisi di chiamare il Comune di Eboli incitandolo a prendersi carico delle spese di questa famiglia a livello scolastico, essendo la bambina frequentante la cosiddetta ‘scuola dell’obbligo’. Dopo qualche discussione iniziale, riuscii ad ottenere la collaborazione del comune, che anche in altre situazione si è dimostrato sempre molto disponibile, il che mi lascia ben sperare per il futuro”

Lo spirito vulcanico e rivoluzionario della nuova dirigente scolastica, aggiunto alla sua risolutezza e chiarezza di idee potrebbe essere davvero una piacevole novità per l’area di Santa Cecilia.

I progetti che la scuola offre sono tanti e in occasione dell’evento sono previste varie attività laboratoriali tra cui: attività dal progetto “Scuola Viva” come Web radio, lavori con terra-cotta, lettura e-book; attività del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale); attività di animazione alla lettura (progetto Biblioteca); attività sportive (progetto “Racchette di classe” e “Sport di classe”); attività in lingua straniera (progetto Trinity) ed attività creative, manipolative ed artistiche. Il dirigente scolastico e tutti i docenti saranno a disposizione dell’utenza per illustrare dettagliatamente ogni singolo progetto.

Filippo Folliero

Giornalista pubblicista, collaboratore presso il quotidiano 'La Città di Salerno'. Blogger/Articolista freelance appassionato di giornalismo in tutte le sue varianti, amante della verità. Autore della rivista Web's Truth, in collaborazione con il reporter Alessandro Carluccio. Mi dicono che sono un cacacazzo testardo e sognatore; hanno ragione.. Amante dei viaggi e delle culture antiche. Cucinare è la mia religione, i manga e lo sport i miei hobby preferiti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*