Home > Eboli & dintorni > “Ebolitani Illustri”, l’omaggio della città

“Ebolitani Illustri”, l’omaggio della città

Eboli continua ad essere terreno fertile per la cultura, mettendo in scena per il secondo anno consecutivo la rassegna culturale  “Ebolitani Illustri”. La seconda edizione dell’evento, è ricca di rinnovamenti e new entry nel viaggio verso la conoscenza delle memorie storico-culturali dei grandi personaggi del passato che si sono distinti portando il nome di Eboli in alto, sia in Italia, sia nel Mondo. Ai più, nomi come  Matteo Ripa, Pietro da Eboli, Gherardo degli Angeli, Roberto Novella e Umberto Nobile faranno brillare gli occhi al solo sentirli nominare, ad altri risulteranno completamente indifferenti, ed è per questo che il Sindaco di Eboli, Massimo Cariello in collaborazione con Vito Leso, ideatore di Weboli (sito del turismo e attività culturali della città di Eboli), ha deciso di rendere ancora più coinvolgente questa seconda edizione della kermesse dedicata ai concittadini illustri, per tutelarne la memoria e promuoverne la conoscenza. Infatti, le scuole e i ragazzi saranno l’anima di questa manifestazione: “Sono felice della presenza sempre più dinamica e attiva delle scuole – afferma con orgoglio l’assessore all’istruzione Angela Lamonica -, è giusto che cultura ed istruzione vadano di pari passo”.”Riappropriarci dei nostri valori territoriali, conoscendo le radici della nostra cultura è di fondamentale importanza – ci tiene a precisare Vito Leso, riferendosi soprattutto ai tanti ragazzi delle scuole coinvolte presenti in Aula Consiliare –è un’opportunità unica per i nostri ragazzi”. “I ragazzi qui presenti studiano quotidianamente in scuole che portano il nome di personaggi che hanno fatto la storia della nostra città – spiega il sindaco Carielloè importante per loro sapere e conoscere queste figure illustri e sicuramente resteranno affascinati da ciò che sono stati capaci di fare nella loro vita”.

16121744_10212177165334388_370501478_o 16121808_10212177163974354_160109790_o

Il ciclo di incontri si aprirà il 21 gennaio, come spiegato ieri nel programma culturale presentato in conferenza stampa, con una giornata dedicata ad Umberto Nobile, una delle new entry di quest’anno, e l’incontro avverrà con gli studenti dell’Istituto Tecnico Mattei-Fortunato, alle ore 16.00 presso l’Aula Magna “Umberto Nobile”. Esploratore artico, ingegnere, uomo politico, fondatore del Gabinetto di Costruzioni Aeronautiche, oggi Dipartimento Aerospaziale dell’Università di Napoli. Si proseguirà il 29 marzo con la figura di Matteo Ripa, missionario del XVIII secolo della Congregazione de Propaganda Fide, incisore in Cina alla corte dell’Imperatore Kangxi e fondatore del “Collegio dei Cinesi” oggi Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Il 6 maggio sarà protagonista Pietro da Eboli, poeta medievale vicino alla corte sveva, fu fedele alla politica dell’imperatore Enrico VI di cui celebrò la conquista della Sicilia nel “De Rebus Siculis Liber ad honorem Augusti” (Libro sulle vicende di Sicilia in onore dell’imperatore. Il 18 settembre sarà la volta dell’altra new entry rispetto alla passata edizione, Roberto Novella, frate francescano vissuto nel Cinquecento, ricordato per la sua importante opera di evangelizzazione, che lo portò a vivere innumerevoli pericoli e peripezie: catturato in Sicilia in un’incursione corsara; prigioniero a Tripoli; a capo dei Cavalieri dell’Ordine di Malta, a difesa dell’isola assediata dai musulmani, e dove ancora oggi è ricordato come eroe nazionale. A chiudere la kermesse, il 16 dicembre, sarà la figura di Gherardo degli Angeli, poeta e religioso dell’Ordine dei Minimi che all’età di vent’anni pubblicò i suoi versetti giovanili in un volume dal titolo “Rime” (1725) e fu elogiato da Giambattista Vico in una celebre lettera indirizzatagli. Una serie di appuntamenti distribuiti in un 2017 che mette la cultura e le radici ebolitane alla base della formazione dei ragazzi, dando continuità al progetto artistico-culturale iniziato lo scorso anno, che ancora una volta fa del rinnovamento culturale la base del rinnovamento sociale.

Fonte: La Città di Salerno

Autore: Filippo Folliero

Filippo Folliero

Giornalista pubblicista, collaboratore presso il quotidiano 'La Città di Salerno'. Blogger/Articolista freelance appassionato di giornalismo in tutte le sue varianti, amante della verità. Autore della rivista Web's Truth, in collaborazione con il reporter Alessandro Carluccio. Mi dicono che sono un cacacazzo testardo e sognatore; hanno ragione.. Amante dei viaggi e delle culture antiche. Cucinare è la mia religione, i manga e lo sport i miei hobby preferiti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*