Home > Eboli & dintorni > Eboli: la vita come opera d’arte, la pittura di Ina Ripari al Bar Fortuna

Eboli: la vita come opera d’arte, la pittura di Ina Ripari al Bar Fortuna

Arriva da Prato l’artista che sarà protagonista, con le sue opere, della tredicesima tappa di Ex- Stasis VinoCiboArte, la staffetta espositiva organizzata dall’associazione Officina 31, con la direzione artistica di Titti Gaeta, ospitata presso il Bar Fortuna. Si tratta di Ina Ripari, pittrice e performer, con all’attivo numerose esposizioni che l’hanno portata, negli anni, a girare l’ Italia, portando la sua arte anche fuori dai confini di essa.

Domani, 2 marzo alle ore 21, lo spazio contemporaneo del locale di piazza XXV Aprile ospiterà il vernissage della mostra personale che raccoglie il meglio della sua produzione artistica degli ultimi anni. Colonna sonora, della serata, la selezione musicale curata da Sly.

Siciliana di Misilmeri ma toscana d’adozione, Ina Ripari esprime attraverso l’arte- la pittura che non disdegna di mescolarsi ad altre tecniche, come ad esempio il collage o l’inserimento di materiali di recupero- la sua vicenda di vita interiore di grandi pessimismi e grandi passioni, di bianchi e neri, di buio e di luce. La sua arte è vera, nel senso più autentico della parola: è ciò che l’artista “è”, non quello che si prefigge di essere. Ed altrettanto autentica è quando parla non si sé ma del mondo che la circonda. Nelle tele esposte ad Eboli, sarà facile rintracciare questo percorso dell’esistenza che Ina Ripari continua, instancabile, a comunicare attraverso il segno, il colore e il non colore.

Ospitiamo, questa volta, un’artista che è ormai un’amica di Officina 31 perchè collabora con la nostra associazione fin dai suoi primi passi”– spiega Titti Gaeta, curatice di Ex Stasis per la parte artistica e fondatrice di Officina 31– “Ancora una volta proveremo ad offrire una occasione di contatto con l’arte contemporanea, in un luogo inconsueto ma alla portata di tutti: un bar, il bar Fortuna, che ha voluto accettare questa sfida accogliendo tanti artisti. Ciascuno di essi pronto a “servire” la propria arte, con la stessa immediatezza con cui si serve il caffè”.

Non solo arte contemporanea: Ex-Stasis, infatti, vede declinati insieme ad essa altri elementi quali il vino ed il cibo che, come l’arte, provocano, in chi con essi entra in contatto, uno stato di coscienza “alterato”, modificato dalle emozioni.

Inaugurata lo scorso 8 dicembre Ex- Stasis è pensata come una serie di appuntamenti che vogliono essere, da un lato, occasioni di incontro e di convivialità e, dall’altro, momenti per scoprire o nutrire delle passioni: quella per l’arte contemporanea e quella per il bere e il mangiare di qualità. L’arte di ciascun artista, così, è abbinata a degustazioni di vini selezionati e ad un buffet a Km zero a cura di Casa Fortuna.

Dopo l’inaugurazione di domani sera, la personale di Ina Ripari sarà visitabile fino al prossimo 16 marzo.

 

Filippo Folliero

Giornalista pubblicista, collaboratore presso il quotidiano ‘La Città di Salerno’. Blogger/Articolista freelance appassionato di giornalismo in tutte le sue varianti, amante della verità. Autore della rivista Web’s Truth, in collaborazione con il reporter Alessandro Carluccio. Mi dicono che sono un cacacazzo testardo e sognatore; hanno ragione.. Amante dei viaggi e delle culture antiche. Cucinare è la mia religione, i manga e lo sport i miei hobby preferiti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*