Home > Eboli & dintorni > Eboli, fondi non concessi dalla Regione: “Inammissibile, erano stati presentati 23 progetti”

Eboli, fondi non concessi dalla Regione: “Inammissibile, erano stati presentati 23 progetti”

Sono ben 23 i progetti presentati dal Comune di Eboli per l’accesso ai finanziamenti previsti dal fondo di rotazione regionale, ma nonostante ciò la città è rimasta fuori dai giochi. Il motivo di quest’esclusione, è da ricercare in un’anomalia tecnologica che non ha permesso alla Regione di conteggiare i progetti sui lavori pubblici programmati da Eboli. Questa mattina l’assessore al ramo, Matilde Saja, ed il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Rosario La Corte, hanno avuto un colloquio con i funzionari regionali che non trovavano riscontro dei progetti di Eboli, ma dopo la richiesta dell’assesore Saja e dell’ingegnere La Corte di accedere al portale regionale con le credenziali del comune ebolitano, l’errore telematico è subito balzato agli occhi: sulla piattaforma regionale risultavano caricate le 23 schede tecniche relative ad altrettanti lavori programmati dall’Amministrazione comunale e dagli uffici tecnici ebolitani.

“Sapevamo di avere programmato una grande mole di interventi pubblici – ha dichiarato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Non mi scandalizzo che possa essersi creato un disservizio, indipendente dal Comune di Eboli, ma allo stesso modo non ammetteremo che un errore del genere possa penalizzare la città e quanti hanno per molti mesi profuso idee ed impegno nella programmazione degli interventi”.

L’amministrazione potrebbe portare come esempio utile per un eventuale ricorso un caso analogo verificatosi presso un’Asl qualche tempo fa, quando in occasione di un avviso per infermieri, molti si ritrovarono esclusi, perché le caselle di posta certificata erano intasate. In quel caso l’ammissione fu consentita a tutti, poiché gli esclusi riuscirono a dimostrare di avere fatto tutto per tempo e seguendo le regole.

“Se ci fossero stati problemi – sottolinea l’assessore comunale ai lavori pubblici, Matilde Saja – avremmo ricevuto una mail di errore. Invece, nessuna comunicazione, dopo la nostra trasmissione dei progetti con firma digitale ed anche questa mattina abbiamo trovato il lavoro caricato sulla piattaforma regionale. Ci aspettiamo presto un riscontro dalla Regione, naturalmente in caso vi fossero i presupposti presenteremmo ricorso per un’esclusione ingiustificata”.

Vedremo come si evolverà questa vicenda, sperando che l’amministrazione faccia davvero giustizia avendo, a quanto pare, tutte le carte in regola per ricevere i fondi, evitando così di ritrovarsi davvero senza un budget destinato a portare avanti progetti importanti per la città e i suoi cittadini.

Filippo Folliero

Giornalista pubblicista, collaboratore presso il quotidiano 'La Città di Salerno'. Blogger/Articolista freelance appassionato di giornalismo in tutte le sue varianti, amante della verità. Autore della rivista Web's Truth, in collaborazione con il reporter Alessandro Carluccio. Mi dicono che sono un cacacazzo testardo e sognatore; hanno ragione.. Amante dei viaggi e delle culture antiche. Cucinare è la mia religione, i manga e lo sport i miei hobby preferiti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*